Archivio della categoria: News

La visura Aci per acquistare un’auto usata

 

Acquistare un’auto usate è un ottimo modo per risparmiare, ma attenzione alle sorprese. Sia il concessionario che il privato devono mettere a disposizione tutti i documenti che riguardano il mezzo: le revisioni fatte, i chilometri percorsi, le polizze assicurative pagate sono dei dati irrinunciabili per chi vuole affrontare questo tipo di spesa.

Oltre ai documenti, è bene dare un’occhiata all’aspetto generale dell’auto: rifare la carrozzeria per un graffio ha un conto salato e anche il motore va controllato da un esperto, per essere certi di stare facendo un buon acquisto e che non ci saranno altre spese per un certo periodo di tempo.

Le auto usate non hanno la stessa flessibilità di quelle nuove, ma per essere “vendibili” devono comunque avere dei requisiti: un controllo ai pneumatici, piuttosto che alle parti elettriche porta un bel risparmio nel lungo periodo, soprattutto se è passato qualche anno dall’ultima revisione.

Molto importanti sono poi le incongruenze: gli interni di un’auto difficilmente si vanno a sostituire, ma il chilometraggio può essere illegalmente falsificato in diversi modi. Diffidate, quindi, di un chilometraggio dal numero troppo basso in un’auto che ha evidenti segni di logoramento negli interni.

I documenti sono fondamentali per un acquisto sicuro. Si può consultare la visura Aci online per vedere se i dati sono veritieri, ma soprattutto per verificare che non ci siano protesti riferiti a quell’auto. Sapendo che l’auto sarà pignorata, alcuni proprietari vendono il mezzo come auto usata per cercare di onorare il debito, senza però avvertire chi sta acquistando.

Nella visura Aci questo dato viene chiaramente indicato: per difendersi, ricordiamo che per rendere effettivo il passaggio di proprietà nelle vendite private si deve necessariamente rinnovare la visura Aci presso il centro abilitato più vicino. In quella fase, l’acquirente è informato su eventuali ipoteche (anche se è bene premunirsi per evitare sorprese). Nelle concessionarie, sono le aziende stesse a tutelarsi acquistando auto non protestate.

Oltre alla visura Aci, saranno necessari: la visura Pra, il certificato di proprietà e la carta di circolazione del mezzo. Con questi documenti, l’auto sarà vostra e sarete assicurati in caso di controlli sul mezzo appena acquistato.

 

 

Leggendo i blog di assicurazioni s’imparano tante cose

I blog e i forum, due prodotti molto web 2.0, stanno rendendo, in questi anni, un servizio gradito ai consumatori che attraverso questi canali riescono ad informarsi meglio e a bypassare le comunicazioni ufficiali che spesso dicono tanto, ma non tutto.


Il governo dice di aver abbassato le tasse? E voilà, spunta un blogger che fa le pulci al provvedimento e porta a conoscenza l’utente che no, in realtà, le cose magari stanno in una maniera un po’ differente.

Girando girando per i meandri della blogosfera ci si può imbattere in un blog di assicurazioni per auto e venire a conoscenza che per 15 anni almeno le polizze auto sono aumentate in presenza di un buon 40% in meno di sinistri. Proprio così, un 40% in meno di sinistri si è tramutato non in risparmio per il consumatore bensì in un aumento del 245%. Detto ciò, uno vorrebbe anche capire la ratio di una simile disparità.

E allora vien fuori che il mercato assicurativo italiano è schiacciato su pochi attori che dettano legge: tre grandi gruppi valgono il 66% del totale.

Niente che in Italia non succeda anche in altri campi: vogliamo parlare del settore energetico?

Ad ogni modo i blog sono una fonte inesauribile di notizie di prima mano e, come detto, non convenzionali e non istituzionali. Leggendo quotidianamente i blog di assicurazioni ci si rende conto delle possibilità e delle postille della legge Bersani per le assicurazioni e delle relative modifiche, che spesso causano qualche qui pro quo.

E ci si rende conto della pervicace azione di lobbing che le assicurazioni mettono in atto per strappare condizioni favorevoli. In particolar modo, da anni si cerca di metter mano alle tabelle relative alla quantificazione dei danni permanenti. Ovviamente, si tratta di azioni di pressione (di lobbing) orientata ad abbassare tali tabelle.

Ma voi lo sapevate? Con i blog adesso lo sapete.

 

 

 

 

 

 

 

Liberalizzazione mercato delle assicurazioni auto: il confronto fra Italia e Francia

 

Gli automobilisti italiani in termini di costi medi a livello di compagnie assicurative sono i più tartassati, spesso le statistiche riportano un quadro impietoso nel quale si vede come la nostra realtà rispetto alle altre sia diversa.

Genialloyd: Calcola Subito il Preventivo per la tua Assicurazione. Clicca Qui!

Risparmia sulla tua assicurazione restando informato: fai MI PIACE e consiglia agli amici!

I prezzi medi delle Rca auto italiane sono alti, per quanto gli automobilisti italiani cerchino in tal senso tutte le strade possibili per risparmiare a poco arrivano, certo le compagnie telefoniche in questo senso danno un aiuto.

Tuttavia il premio Rca auto resta comunque alto, il più alto in assoluto a da questo punto di vista molte volte possiamo trovare situazioni nelle quali gli automobilisti sono costretti e fare i salti mortali per pagare il premio.

La Francia invece al contrario dell’Italia ha le tariffe più basse della media europea, un bel primato in tal senso che sicuramente fa sospirare d’invidia tutti gli automobilisti italiani che guardano invece al pagamento del loro premio.

Genialloyd: Calcola Subito il Preventivo per la tua Assicurazione. Clicca Qui!

Risparmia sulla tua assicurazione restando informato: fai MI PIACE e consiglia agli amici!

Per questo motivo la Francia con l’attuale governo vuole spingere ancora di più sul motore della concorrenza varando un provvedimento che in termini di concorrenza viene definito epocale: si potrà cambiare compagnia durante la polizza.

Non si dovrà più aspettare che la polizza estingua la sua durata, durante il corso della sua naturale vita, una persona che dovesse trovare una compagnia più conveniente durante l’arco di vita della polizza potrà cambiare compagnia.

L’intento del governo da questo punto di vista è quello di aumentare la concorrenza già alta, facendo in modo tale che le compagnie migliorino la loro offerta, una decisa e netta svolta in favore degli automobilisti che avranno un’arma in più.

Cosa dire sul lato italiano? Certamente che le cose sono ben diverse, gli automobilisti guarderanno con molta invidia ai loro colleghi francesi che da questo punto di vista si potrebbe pensare di poter applicare una riforma del genere anche nel nostro paese.

Un punto in più per la Francia e uno spunto di riflessione su come le cose fuori dall’Italia vanno.

Genialloyd: Calcola Subito il Preventivo per la tua Assicurazione. Clicca Qui!

Risparmia sulla tua assicurazione restando informato: fai MI PIACE e consiglia agli amici!

Assicurazione auto, piccolo vademecum su come comportarsi in caso di incidente

Tutti possediamo un’assicurazione auto capace di garantire un’ottima copertura in caso di incidente. In pochi però sanno veramente come comportarsi quando si è vittima o responsabili di un sinistro.

Sai quanto puoi risparmiare sulla tua assicurazione auto?
Oggi puoi in 1 minuto confrontare rapidamente 18 assicurazioni e trovare la meno cara!

Risparmia sulla tua assicurazione restando informato: fai MI PIACE e consiglia agli amici!

Vogliamo proporvi allora un piccolo vademecum, una breve guida insomma per aiutare tutti gli automobilisti ad orientarsi al meglio in caso di incidente.

In caso di incidente la prima cosa da fare è mettersi in contatto con la propria compagnia assicurativa entro 3 giorni dal sinistro ed informarla dell’accaduto. Se avete effettuato la constatazione amichevole dovete ovviamente consegnare il documento compilato in ogni sua parte alla compagnia assicurativa, altrimenti sarà la compagnia stessa a richiedere tutti i dati necessari e a fare tutte le indagini del caso. Dopo la perizia da parte della compagnia assicurativa è possibile ottenere il risarcimento.

Sai quanto puoi risparmiare sulla tua assicurazione auto?
Oggi puoi in 1 minuto confrontare rapidamente 18 assicurazioni e trovare la meno cara!

Grazie alla presenza della compagnia assicurativa quindi l’assicurato non deve pensare poi a molto, la compagnia assicurativa si occupa infatti di ogni possibile aspetto della questione rendendo il risarcimento semplice e veloce.

C’è infine un piccolo punto da chiarire. Speriamo con tutto il cuore che voi siate persone in buona fede, persone che dichiarano un sinistro solo perché realmente accaduto. Purtroppo però anche persone che mai avremmo creduto capaci di truffe negli ultimi anni hanno cercato di raggirare la propria compagnia assicurativa con la speranza di riuscire a fare un po’ di soldi facili, è l’effetto della crisi economica a trasformare molte persone in veri e propri truffatori. È giusto ricordare che si tratta di una pratica quella della truffa alle assicurazioni non solo ingiusta ma anche ovviamente illegale, pratica che può portare a sanzioni davvero intense e anche alla prigione. Ecco che cosa dice infatti la legge italiana: “Chiunque, al fine di conseguire per sé o per altri l’indennizzo di una assicurazione o comunque un vantaggio derivante da un contratto di assicurazione, distrugge, disperde, deteriora od occulta cose di sua proprietà falsifica o altera una polizza o la documentazione richiesta per la stipulazione di un contratto di assicurazione è punito con la reclusione da uno a cinque anni”.

Sai quanto puoi risparmiare sulla tua assicurazione auto?
Oggi puoi in 1 minuto confrontare rapidamente 18 assicurazioni e trovare la meno cara!

Risparmia sulla tua assicurazione restando informato: fai MI PIACE e consiglia agli amici!