Archivio mensile:ottobre 2015

Assicurazioni auto e comunicazione cartacea

Partiamo sempre dal presupposto che un cliente che cerca una nuova assicurazione auto, parte dal presupposto di riuscire a risparmiare, resta il fatto che non è sempre così,  ci sono persone che vogliono risparmiare mantenendo uno standard elevato, insomma avere una certa assistenza.

Mettiamoci per un attimo nei panni di un’agenzia che apre la sua filiale oggi, per riuscire a costruire una buona clientela e vivere di quella dovrà essere in grado di mettere in atto una adeguata strategia di comunicazione aziendale, un passo fondamentale per crescere in questo contesto. Sottovalutare la comunicazione vuol dire fare un grande errore.

Gli strumenti per pubblicizzare la sua attività e fare in modo tale che il cliente venga per farsi fare un preventivo possono essere più di uno. Al di là del canale che decidiamo di utilizzare non va sottovalutato il modo in cui presenteremo il nostro servizio.

Un potenziale cliente è molto attento a questo aspetto e ancora oggi la comunicazione cartacea ha un suo fascino e una sua importanza. Cerchiamo ora di stilare una casistica di punti che in una brochure cartacea non devono mancare per fare in modo tale che il cliente sia interessato.

  • Per prima cosa è necessario utilizzare un linguaggio semplice, il cliente o potenziale tale è molto attento a questo aspetto, non ama cose complicate ma vuole arrivare subito al punto.
  • La brochure deve avere una grafica curata, un volantino poco curato o comunque dalla grafica approssimativa non trasmette certo professionalità.
  • Dentro devono essere illustrati in maniera sintetica i servizi che l’agenzia svolge, per dare al cliente elementi di valutazione immediati.

Non sottovalutate mai il potere di una comunicazione efficace se il vostro obiettivo è quello di intraprendere un’attività come quella dell’agenzia di assicurazioni. La comunicazione cartacea ancora oggi ha la sua importanza anche se siamo nell’epoca del web.