Archivio mensile:dicembre 2013

RC AUTO: 7 compagnie online, ma quale scegliere?

 

Stanco di affidarti alle compagnie assicurative troppo care e che non permettono un confronto diretto tra diverse polizze?
Allora anche te probabilmente, avrai optato per stipulare una polizza assicurativa con una compagnia online.


Le sette principali compagnie online che offrono dei prezzi davvero competitivi, sono: Genertel, Zurich Connect, Genialloyd, Direct Line, ConTe, Quixa e Dialogo.
Per scegliere è facile: affidati ai comparatori di polizze online e stima qual’è la compagnia assicurativa che offre la polizza più vantaggiosa alle tue esigenze!

Per una scelta consapevole dovrai tenere in considerazione alcuni aspetti.
Le garanzie: ricordati che, se vuoi circolare per strada con il tuo veicolo, sei costretto a sottoscrivere una polizza auto, ma non sei tenuto ad aggiungere le garanzie. Se hai deciso di farlo perché le hai ritenute indispensabili o comunque sia utili ricordarti di controllare le franchigie e gli scoperti. La franchigia ha una cifra pre stabilita, mentre lo scoperto viene calcolato in percentuale davanti ad un danno (quindi non prevedibile). Quindi, valuta questo aspetto prima di scegliere la compagnia assicurativa a cui affidarti.


Assicurati che l’assicurazione online a cui ti rivolgi sia disponibile per te. In poche parole, se una compagnia assicurativa permette ai propri clienti di contattarli solo un ora in tutto l’arco della giornata, probabilmente non riuscirai mai ad avere un servizio clienti eccellente. Controlla quindi gli orari di apertura e assicurati di avere un buon servizio in caso di problemi.

Quello che sto per dirti adesso, forse non l’hai mai preso in considerazione. Ma quanto spendi per ogni compagnia assicurativa durante la chiamata a tuo carico, al loro numero verde?
Utilizzano una tariffa normale, oppure hanno un “listino prezzi” tutto loro? Girando per le varie community dedicate alle polizze auto potrai vedere come i clienti si lamentano di questo fattore, perché a fine anno, quando è arrivato il momento di fare i conti, si scopre che era quasi più conveniente fare una polizza auto classica!

E per finire ricordati, prima di firmare, leggi bene tutte le clausole!

Risparmia sulla tua assicurazione restando informato: fai MI PIACE e consiglia agli amici!

Neopatentati, è necessario assicurarli con tutte le auto di famiglia?

In molte famiglie italiane sono presenti due automobili, in alcune anche di più a seconda del numero dei componenti della famiglia. Quando i figli crescono e diventano neopatentati è allora necessario assicurarli con tutte le auto presenti? Dipende ovviamente dalle situazioni.


Come prima cosa dobbiamo ricordare che se tra queste auto ce ne sono alcune che hanno una potenza molto elevata i neopatentati non possono assolutamente salire alla loro guida, la polizza per loro risulta quindi del tutto inutile. Per sapere se la vostra auto può essere guidata da un neopatentato consigliamo di controllare la lista aggiornata presente sul sito internet del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Per quanto riguarda invece le auto che possono essere guidate dai neopatentati è ovvio che la polizza assicurativa deve essere integrata con il loro nome solo per le macchine che andranno poi effettivamente ad utilizzare altrimenti si tratta solo di uno spreco di soldi. Se pensate infatti che la compagnia assicurativa non vi chieda soldi per inserire un nome in polizza vi sbagliate, trattandosi di un ragazzo giovane che ha appena preso la patente di guida il premio della polizza salirà alle stelle. Proprio per questo motivo non possiamo che consigliare di scegliere una sola auto da far guidare anche al neopatentato, in questo modo risparmierete soldi, aiuterete il giovane a fare esperienza e a farsi le ossa e gli permetterete di diventare più responsabile.

Per inserire il nome di vostro figlio nella polizza non dovete far altro che recarvi presso la vostra compagnia assicurativa o mettervi in contatto con un agente via telefono e comunicare i dati del figlio. A questo punto la polizza varrà anche per lui e sarà possibile ottenere una copertura adeguata in caso di incidente.

Dobbiamo infine ricordare che alcune persone decidono di prendere la patente di guida più tardi. Il discorso non cambia, anche se vostro figlio ha più di 18 anni le procedure rimangono sempre le stesse. Se vostro figlio però ha più di 25 anni la polizza non sarà così salata come quella prevista per i diciottenni.

Figli neopatentati? Ecco come ottenere un preventivo economico per l’assicurazione

In Italia sono numerosi i ragazzi di 18 anni che decidono da subito di prendere la patente di guida, ragazzi che ovviamente vivono ancora in casa con i loro genitori e che non hanno alcun tipo di ingresso economico, ragazzi che quindi sono ancora del tutto dipendenti dal loro nucleo familiare. I genitori hanno quindi la responsabilità anche di assicurarli sia che si decida di acquistare per loro una nuova automobile sia che si decida di inserire il loro nominativo nella polizza assicurativa dell’auto di famiglia. Ovviamente le polizze assicurative per i neopatentati sono molto salate, partono infatti da classi di merito svantaggiose, non hanno alcuna esperienza alla guida e secondo le statistiche sono anche dei guidatori poco responsabili che spesso causano incidenti anche molto gravi. C’è un modo per ovviare a tutto questo? C’è un modo per riuscire ad ottenere dei preventivi che siano economici e adatti quindi alle tasche di tutte le famiglia italiane? Andiamo a scoprirlo insieme.

Per riuscire ad ottenere un preventivo e quindi una polizza assicurativa ad un costo minore l’unica soluzione è scegliere, laddove possibile ovviamente, la legge Bersani. Secondo la legge Bersani i neopatentati possono ereditare la classe di merito di un genitore. In questo modo il neopatentato ha l’opportunità di partire da una classe di merito migliore e quindi di pagare un premio molto più basso. Vi ricordiamo che la legge Bersani può essere sfruttata sia che decidiate di assicurare vostro figlio con la vostra stessa compagnia assicurativa sia che decidiate di cambiare invece compagnia.

Attenzione, la legge Bersani ha valore solo sui veicoli appena acquistati siano essi nuovi oppure usati. Il passaggio di proprietà deve essere già stato fatto e non deve essere stato stipulato a nome del neopatentato un altro contratto assicurativo né su quell’auto specifica né su altre auto.

Consigli per l’accensione di un’assicurazione auto per un neopatentato

Quando un figlio raggiunge la maggiore età la prima cosa a cui si pensa è la patente di guida, patente che infatti permette ai figli di diventare molto più indipendenti dai loro genitori. Quando arriva questo momento è importante che la famiglia si renda conto che avere un altro patentato in casa comporta delle spese extra, spese che vanno a gravare ovviamente sul bilancio economico familiare.
Se in casa è già presente una vettura e se proprio quella stessa vettura verrà utilizzata anche dal neopatentato è importante ricordare all’intestatario della polizza che è necessario comunicare i nuovi dati alla propria compagnia assicurativa. Alla compagnia dovrete quindi indicare il nome del nuovo componente come guidatore extra, i suoi dati personali e in modo particolare la sua età. Trattandosi di una persone che ha appena preso la patente di guida e che ha meno di 26 anni dovete attendervi un aumento piuttosto considerevole della tariffa della polizza assicurativa. Le compagnie infatti offrono ai neopatentati tariffe salate perché non si fidano di loro, le statistiche affermano infatti che sono i più comuni responsabili di incidenti.
Se avete invece deciso di acquistare per vostro figlio una nuova macchina o se è stato proprio lui a decidere di acquistarla con i soldi messi da parte negli anni dovete la situazione non cambia. Anche in questo caso la polizza risulterà molto costosa, a meno che non vi sia la possibilità di sfruttare la Legge Bersani, a meno che cioè vostro figlio non possa partire dalla vostra classe di merito ottenendo così un grande risparmio. Attenzione, prima di acquistare una nuova automobile è bene tenere presente che la potenza della macchina e la sua alimentazione vanno ad incidere in modo intenso sulla tariffa della polizza. Fate qualche preventivo online allora per rendervi conto delle differenze e scegliete la tipologia di vettura da acquistare anche sulla base di queste considerazioni.