PRESTITO CON DELEGA

Cos’è necessario fare se dopo aver già preso un prestito personale ed aver contratto anche una cessione del quinto si ha bisogno di ulteriore liquidità e non è ancora passato la durata decisa dalla normativa per il rinnovo della cessione stessa?

 

Sembra un problema senza soluzioni ma fortunatamente non è così, quindi non vi avvilite, in tal caso può arrivare in aiuto la prestito con delega, o delegazione di pagamento, denominata usualmente anche doppio quinto.

 

Chiariamo subito in che consta.

 

Il prestito con delega consente l’addebito sulla busta paga di un nuovo quinto dello stipendio, dunque di un altro 20%. Il prestito con delega consente dunque al risparmiatore, che abbia da tempo ultimato la cessione del quinto del suo stipendio, di ricevere un nuovo prestito.

 

Condizioni del Prestito con Delega

 

Si usa siffatta forma di prestito quando non è possibile rinnovare la cessione del quinto in ammortamento o quando, come già evidenziato, è necessaria una maggiore disponibilità di denaro.

 

Differentemente dalla cessione del quinto dello stipendio, il prestito con delega può venir richiesto esclusivamente dai dipendenti (non dai pensionati), una diversità supplementare è nel fatto che il prestito con delega non è un diritto del lavoratore e risulta condizionato all’approvazione da parte del datore di lavoro, non infrequentemente in forza di Convenzioni contratte con l’Ente Finanziario.

 

Allo stesso modo che per la cessione del quinto dello stipendio e per la cessione del quinto dello stipendio anche nel caso del prestito con delega si prevede l’eventualità del rinnovo. Per il rinnovo del prestito con delega valgono le identiche norme giuridiche in vigore per la cessione del quinto. Sintetizzando il rinnovo del prestito con delega si ritrova soggetto all’ammortamento di almeno i 2/5 della rateizzazione convenuta.

 

Chiaramente niente preclude di rinnovare allo stesso momento sia la cessione del quinto sia il prestito con delega.
Per avere ulteriori notizie sul rinnovo della cessione del quinto e del prestito con delega visita il sito web http://www.creditoinconvenzione.it/ , troverai ogni informazione sul contenuto della normativa, senza dover “studiare” la legge stessa, ma soprattutto sarai messo in contatto con la banca o l’istituto di credito che nella tua provincia ha stipulato la convenzione con le condizioni più vantaggiose e, oltre al tasso agevolato, potrai usufruire del servizio di istruttoria della pratica di prestito con delega senza sostenere alcuna spesa, perché rientra tra le prerogative istituzionali di Creditoinconvenzione.it.

I sensori dell’antifurto casa, modelli e funzioni.

Una guida per orientarsi tra i vari sistemi di rilevamento e allarme, negli impianti di sicurezza.

 

Ogni sistema di allarme possiede diverse componenti e potenzialità, per proteggere la propria casa in modo efficiente, con soluzioni adeguate alle varie esigenze. Tra queste, i sensori o rilevatori di presenze indesiderate sono fondamentali, essendo il primo contatto utile per fare scattare l’allarme!

È importante, quindi, prestare attenzione ai sensori, dato che sono in grado di rilevare in modo sempre più preciso la presenza di possibili intrusi e attivare, di conseguenza, l’allarme tramite sirena o combinatore telefonico.

Le varie tipologie di sensori antifurto casa si suddividono secondo le diverse esigenze, dividendosi tra quelli destinate agli esterni e quelle agli ambienti interni.

Tipologie tecniche di sensori per l’antifurto casa

Sono varie le caratteristiche tecniche che dividono i tipi di sensori, a seconda delle loro particolarità.

 

  • Sensori ad infrarossi passivi.
  • Sensori ad ultrasuoni.
  • Sensori basati sui contatti magnetici.
  • Sensori con barriera microonde.

 

I sensori magnetici sono tali perché si attraggono e vanno a “chiudere” un ingresso, sistemandosi uno vicino all’altro. Nel momento in cui un eventuale malintenzionato tenta di dividerli, scatta l’allarme!

Questo tipo di sensori per antifurto in casa sono utili se vengono sistemati su porte e finestre, balconi e serrande avvolgibili. Si stratta di sensori difficili da disattivare e che presentano, a loro vantaggio, dei costi ridotti.

 

I sensori ad infrarossi funzionano nella protezione casa mediante una barriera di raggi infrarossi, appunto che formano una cortina di sicurezza. Se vengono attraversati da un intruso, i raggi segnalano una presenza indesiderata e fanno scattare l’avviso di allarme.

Questo tipo di raggi infrarossi garantisce la sicurezza grazie all’impossibilità dei raggi stessi di essere individuati, come accade invece per i visibili contatti magnetici. Per tale motivi, sono indicati negli spazi esterni e sistemati per la protezione di cancelli, cancellate, porte esterne e giardini con ingressi su strada.

 

Anche i sensori a microonde sono affidabili, dato che vengono utilizzati sempre con un sistema di “barriera” per spazi esterni come parchi, giardini e parcheggi. Il loro funzionamento avviene anche in questo caso mediante lo scambio di informazioni via etere tra il rilevamento di un intruso e la centralina, che fa scattare l’allarme.

Rispetto ai sensori ad infrarossi, quelli a microonde sono più funzionali in un ambiente ampio e complicato da controllare con altri sistemi.

 

La maggiore affidabilità la danno i sistemi di sensori combinati, che includono tecnologia ad infrarossi e a microonde. Molto difficili da disattivare, i sensori combinati o a doppia tecnologia, sono ormai diffusi nella protezione degli ambienti pubblici o privati di ampie e medie dimensioni. Il loro costo è accessibile e possono essere integrati con sistemi di videosorveglianza.

Per rendere questi sensori antifurto casa efficienti al massimo, è opportuno scegliere i modelli dotati di sistemi anti-mascheramento e anti-sabotaggio; impianti in grado di valutare anche alterazioni dell’ambiente come gli sbalzi di temperatura o la capacità di cogliere le differenze tra esseri umani, oggetti e animali domestici in transito.

 

I sensori ad ultrasuoni funzionano sul principio del Sonar, emettendo impulsi sonori e rilevando un’eventuale eco di ritorno, che viene generata dalla presenza di un oggetto all’interno dell’ambiente controllato.

Tali sensori sono immuni dai disturbi elettromagnetici e permettono un’ampia superficie di controllo, rilevando oggetti di ogni tipologia e particolarmente intrusioni indesiderate.

 

Alcuni modelli sono costituiti da sensori antifurto interrati, posizionati nel suolo di un parcheggio, giardino o spazio esterno. Questo tipo di tecnologia è molto affidabile e fa scattare l’allarme solamente nel caso in cui sia veramente un tentativo di intrusione, quello effettuato al momento.

Sensori e sistemi wireless

Ormai tutti i modelli di sensori per antifurto funzionano mediante la tecnologia senza fili o wireless, in grado di effettuare un’installazione veloce del sistema di antifurto, evitando antiestetici fili e costosi lavori in muratura.

Installare un impianto di sicurezza non è complesso se si sceglie un modello wireless, che consente alle varie componenti di interagire tra loro tramite il segnale ad onde radio.

I sistemi di antifurto senza fili, che comprendono anche centralina e sirena, sono sempre più diffusi, adeguando i costi non elevati a delle ottime prestazioni e funzionalità di sicurezza in casa.

Inoltre, si prestano ad una possibile integrazione con la videosorveglianza, per un controllo congiunto dell’ambiente: sensori per il rilevamento presenze e telecamere per il rilevamento immagini, una doppia garanzia per la protezione della tua casa!

Comparatore offerte assicurazioni auto. ComparaSemplice

Comparatore offerte assicurazioni auto. Assicurazioni online

Anche il mercato assicurativo, come molti altri settori economici del nostro Paese, è stato influenzato dalla forte diffusione dei servizi web. Oggi sono sempre di più i consumatori che si affidano al mondo di internet per conoscere le nuove proposte delle compagnie di assicurazioni e in questo modo provare a risparmiare un bel po’ di utili euro. Il fine è quello di risparmiare senza perdere l’efficienza e la qualità dei servizi. Molti utenti quindi scelgono la strada dell’operatività via web, avvalendosi di mezzi efficaci come i comparatori online di polizze. Grazie ai comparatori online i consumatori riescono a risparmiare anche fino al 50% sulle polizze auto, moto, viaggi, etc. Basta compilare pochi campi e con pochi click si possono visualizzare i vari preventivi in ordine di prezzo. Un fenomeno innovativo e in costante crescita, perché già da un po’ di tempo sul web tra gli utenti è in atto una vera corsa all’offerta assicurativa economicamente più vantaggiosa ed evidentemente più consona alle singole necessità. D’altronde la forte concorrenza tra le diverse società non fa altro che favorire la possibilità di risparmio.

Come destreggiarsi con i comparatori di assicurazione

Oggi sono tantissime le società del ramo assicurativo presenti in internet, ormai l’efficacia e la facilità d’uso dei servizi internet sono quasi in grado di dettare le regole del gioco. Una volta effettuata la comparazione dei preventivi, operazione possibile anche comodamente dalla propria casa, si può congelare l’offerta online della compagnia di assicurazione prescelta ed eventualmente sottoscrivere la polizza desiderata. Internet è ormai prepotentemente diventato un canale privilegiato per la scelta delle polizze, nonostante ancora esiste una buona percentuale di consumatori che, alla tecnologia, preferisce gli strumenti e le dinamiche delle tradizionali compagnie assicurative.

In Italia sono diversi i portali che si possono consultare via web per avvalersi così della possibilità di comparare le diverse offerte assicurative, tra questi è sicuramente da segnalare il sito di comparazione ComparaSemplice.it, specializzato nel confronto anche delle tariffe assicurative. Un sito che si distingue per la semplicità d’uso, per i differenti canali di contatto offerti: telefono, email, web chat, whatsapp e per la consulenza esperta e qualificata in grado di accompagnare gli utenti nella scelta delle tariffe più favorevoli presenti sul mercato. Nel rispetto dei dati personali e della qualità della comunicazione, i servizi di Compara Semplice sono erogati tutti in Italia. Servizi innovativi ideati con lo scopo di stimolare una sana competizione tra gli operatori di mercato e di consolidare il rapporto di fiducia con la clientela, un modo per favorire la scelta del fornitore più adatto alle singole necessità dei consumatori. La trasparenza, l’imparzialità e la sicurezza nella gestione dei dati sono i valori fondamentali a cui si ispira il sito di comparazione Compara Semplice

Alla luce di queste considerazioni appare chiaro che potrebbe risultare molto conveniente affidarsi a ComparaSemplice.it per la scelta della propria assicurazione e per risparmiare somme considerevoli di denaro. Offerto anche un servizio di assistenza telefonica post – vendita, proprio con il fine di rafforzare il rapporto di fiducia con i clienti. Possibilità di risparmio fino a 500/600 euro l’anno per le polizze auto, casa e salute. Inoltre, in caso di incidente stradale, l’esperienza decennale dei consulenti, garantisce la massima assistenza.

Per maggiori informazioni e una rapida consultazione vai alla pagina: https://www.comparasemplice.it/compara/assicurazioni

Risparmiare con il noleggio auto con conducente

Noleggiando un’automobile con conducente si viaggia tranquilli e si arriva a destinazione rilassati.

 

 

Informazioni generali sul noleggio dell’auto con conducente

Delle volte nella vita bisogna spostarsi a breve, media, o lunga distanza, ma capita spesso di dover attendere un taxi per troppo tempo, mentre i treni raramente offrono una qualità di viaggio sufficiente. Se ad esempio bisogna partecipare ad importanti eventi lavorativi, presentarsi ad essi con un taxi o con un mezzo pubblico può sembrare poco elegante.
Così non resta che cercare soluzioni alternative, una delle quali è il noleggio dell’auto o del pulmino. Certo, una volta che si è noleggiato il mezzo a un prezzo competitivo e sostenibile, si presenta un altro problema: non si ha la patente, oppure durante il viaggio ci si vuole rilassare senza badare a nulla o, arrivando ad un incontro, si ha bisogno di fare una bella figura. Ecco che allora al problema si presenta pronta la soluzione migliore: il noleggio auto con conducente. Ormai da un po’ di tempo nelle maggiori città italiane, è presente un servizio per le auto del tutto simile a quello valido per le gite turistiche. Noleggiando un’automobile con conducente si viaggia tranquilli e si arriva a destinazione rilassati, di solito il servizio è attivo sia per l’Italia, che per l’Europa.

In genere è possibile pagare il viaggio sia in contanti che in carta di credito, prenotare online la macchina che ci piace di più da un parco-macchine delle varie aziende disponibili (si ha maggiore probabilità di prenotare l’auto più bella prenotandola a 1 mese o 2 di distanza dalla fatidica data), e godersi l’avventura.

Consigli su come risparmiare noleggiando una auto con conducente

Questo è sicuramente il punto che maggiormente interessa a tutti, perché viaggiare con un auto bellissima e con un buon conducente in stile da veri VIP, è importante, ma è oltremodo importante rendere al massimo, evitando sprechi di denaro superflui.
Dunque, ecco qualche consiglio su come avere una buona auto, e nel contempo risparmiare sul noleggio auto con conducente:

  • La tariffa. Scegliere bene la tariffa, valutando tra quelle proposte online dalle varie aziende. Questo permetterà di non spendere troppo pagando l’azienda più del dovuto.
  • L’auto. Spesso le aziende propongono ai propri clienti di viaggiare con delle auto di lusso. Ma ovviamente un auto di lusso è molto cara. E’ pertanto consigliato scegliere un auto a buon prezzo, sempre che non si vada a un ricevimento molto importante, e non serva un auto di prima classe. C’è anche da ricordarsi che alcune macchine consumano più delle altre percorrendo lo stesso chilometraggio.
  • Il conducente. Se si ha la possibilità di scegliere, è consigliato valutare le offerte e i dati dei conducenti, scegliendone uno esperto.
  • Chilometraggio. E’ un elemento molto importante del viaggio stesso, e se vi sarà permesso di scegliere la strada per arrivare dal posto di partenza a quello d’arrivo, si deve scegliere la più breve, ma in contempo non troppo trafficata. Anche questo influirà sul prezzo finale.
  • Tempo. Bisogna prenotare sempre in anticipo, e prima una tratta viene prenotata, più economica sarà.